Un etto e mezzo di coca in auto mentre corre per consegnare caffè a Gaeta

Articolo di Carlo D.

Un etto e mezzo di coca in auto mentre corre per consegnare caffè a Gaeta

Il personale del Commissariato di P.S. di Gaeta nell’ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Latina ha attuato mirati servizi atti a prevenire e reprimere tali fenomeni nelle zone periferiche dell’area di competenza, impiegando anche pattuglie in abiti civili che, sinergicamente hanno attenzionato soprattutto le zone meno frequentate della città.

Nel primo pomeriggio il personale impiegato ha effettuato il fermo ed il controllo di un’autovettura che procedeva a velocità sostenuta, nonostante il percorso impervio determinato dal fondo stradale dissestato. Il conducente, un giovane di anni 25 circa, proveniente da un comune limitrofo, in evidente stato di agitazione,  cercava di eludere l’attenzione degli operanti, attribuendo la sua presenza in quella zona ed il suo modo di procedere alla premura di effettuare le consegne di alcune confezioni di caffè ad altrettanti clienti del luogo.

Gli operanti, ritenendo tale modo di fare assai sospetto, effettuavano un controllo e, all’interno dell’autovettura di grossa cilindrata da lui condotta, in particolare nel vano portabagagli ed in una delle diverse confezioni di cialde per caffè di varie marche, gli operanti notavano la presenza di un involucro di cellophane, al cui interno vi era una ulteriore busta trasparente e termosaldata, contenente due pietre di sostanza chiara, risultata essere  stupefacente.

La sostanza, esaminata presso il laboratorio della polizia scientifica del Commissariato di Formia,  risultava essere stupefacente del tipo “cocaina”: peraltro di ottima qualità, del peso di grammi 150,00.

Il  giovane identificato in P.F. nato a Fondi, classe 1993, è stato tratto in arresto e lo stupefacente, del valore di circa 15.000 euro, è stato sequestrato.

Informato il P.M. di turno presso la Procura di Cassino nella persona del dr. De Franco, l’arrestato è stato  sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione in Fondi a disposizione dell’A.G. procedente.

Leggi anche altre notizie su: Notiziario Finanziario - Notizie Banche Italiane Assicurazioni