Leonardo Del Vecchio nasce a Milano il 22 maggio 1935

Leonardo Del Vecchio nasce a Milano il 22 maggio 1935

A 15 anni comincia a lavorare come garzone alla Johnson, una fabbrica produttrice di medaglie e coppe. I proprietari di questa azienda lo spingono a iscriversi ai corsi serali all’Accademia di Brera per studiare design e incisione. Dopo il trasferimento in Trentino, avvenuto all’età di 22 anni, nel 1958 si sposta ad Agordo, in provincia di Belluno, dove apre una bottega di montature per occhiali. Dopo 3 anni, nel 1961, il negozio si trasforma nella Luxottica, che col tempo diventerà sempre più famosa. Del Vecchio ha ricevuto numerose onorificenze e riconoscimenti. Nel 1986 diventa Cavaliere del Lavoro. Inoltre, negli anni riceve lauree ad honorem dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, dal MIB School of Management di Trieste, dal Politecnico di Milano e dalla Fondazione CUOA. Infine, la città di Agordo nel 2007 lo ha reso cittadino onorario. Del Vecchio ha sei figli: Claudio, Marisa, Paola (dal primo matrimonio con Luciana Nervo), Leonardo Maria (da Nicoletta Zampillo, Luca e Clemente (avuti dalla ex-compagna Sabina Grossi) Con un patrimonio netto di 23,8 miliardi di dollari, Leonardo del Vecchio è l’uomo più ricco d’Italia e il 37° più ricco del mondo secondo la rivista Forbes. Del Vecchio: da Luxottica al famoso brand Ray-Ban Fonte foto: La Luxottica S.a.s. nasce nel 1961 ad Agordo, in provincia di Belluno, fondata da Leonardo Del Vecchio, specializzata nella produzione di minuteria metallica per occhiali. Nel 1967 l’azienda comincia a produrre occhiali completi e a commercializzarli con il marchio Luxottica, continuando a lavorare anche per conto terzi. Tuttavia, dopo soli 3 anni, nel 1971, l’azienda abbandona tale business e comincia a dedicarsi solamente alla realizzazione e vendita di occhiali finiti. La Luxottica è una compagnia a integrazione verticale, ossia ricopre al suo interno tutte le attività che accompagnano la creazione di un occhiale, dalla produzione delle singole parti alla sua vendita. Luxottica: l’espansione Dal 1981 l’azienda si lancia sul mercato statunitense e nel 1999 acquista la Ray-Ban. Negli anni seguenti la Luxottica continua a espandersi e ad acquisire diversi aziende, tra i quali, nel 2016, Sailmoraghi & Viganò. I suoi marchi sono: Ray-Ban, Oakley, Vogue Eyewear, Persol, Oliver Peoples e Alan Mikli, mentre in licenza lavora per brand quali Giorgio Armani, Burberry, Bulgari, Chanel, Dolce&Gabbana, Ferrari, Michael Kors, Prada, Ralph Lauren, Tiffany & Co., Valentino e Versace. Dal 1995 l’azienda è il maggior produttore e distributore del mercato ottico mondiale ed è quotata sia alla Borsa di New York sia a quella di Milano. Il 16 gennaio 2017 è stata annunciata la fusione di Luxottica con il gruppo francese Essilor, multinazionale produttrice di lenti oftalmiche. Il risultato della fusione è una holding che ha assunto il nome di EssilorLuxottica, che ha come presidente esecutivo Leonardo del Vecchio. Nel 2017, l’azienda ha avuto un fatturato di 9.157 milioni di euro.