Il primo bond della sua vita da istituto autonomo di Finecobank sta andando a gonfie vele

Il primo bond della sua vita da istituto autonomo di Finecobank sta andando a gonfie vele

Il nuovo bond Fineco ha raccolto la bellezza di 2,7 miliardi di euro di ordini, pari a nove volte l’offerta, con una domanda nettamente estera (89%). Il collocamento è così sceso dal 6,5% iniziale, al 5,875.

Il prestito obbligazionario perpetuo Additional Tier 1 da 300 milioni di euro di FinecoBank, da poco distaccatasi da Unicredit con la cessione sul mercato, dell’ultima partecipazione (18,3%) dell’istituto dell’ad Mustier.

Le domande arrivate sono al 35% provenienti da Uk e Irlanda, al 15% dall’Italia, al 13 dalla Francia, al 12% dalla Svizzera e al 9% dagli Usa. Il 69% proviene da asset manager, mentre banche e hedghe fund rappresentano il 15% della domanda.

Il bond presenta un rating BB-, è rimborsabile a discrezione dell’emittente, ha una cedola al 5,875% e una prima call dopo 5 anni, a dicembre 2024.

Nel frattempo, pochi giorni fa, il 9 luglio scorso, il fondo BlackRock ha incrementato la propria presenza nel capitale Fineco passando dal 7,246% al 10,233%.