Spicca in negativo in borsa Juventus Football Club che scivola in fondo al paniere delle blue chips

Spicca in negativo in borsa Juventus Football Club che scivola in fondo al paniere delle blue chips

Il titolo Juventus Football Club reduce da due sessioni in rialzo, dopo aver chiuso quella di ieri con un progresso di quasi il 2,5%, oggi ha imboccato da subito la via delle vendite. Negli ultimi minuti, pur avendo recuperato dai minimi a 1,381 euro, Juventus FC si conferma in netto calo, cedendo il 2,21% a 1,413 […]

Leggi il seguito

La Borsa di Milano ha aperto in rialzo: bene Fiat Chrysler Automobiles

La Borsa di Milano ha aperto in rialzo: bene Fiat Chrysler Automobiles

Tutte le principali borse europee sono partite prevalentemente con il segno più, nonostante la richiesta di rinvio sulla Brexit. Londra segna un +0,18% a 7.166 punti. Francoforte registra un +0,22% a 12.661 punti. Parigi è l’unica sotto la parità (-0,06%) con il Cac 40 a 5.663 punti. Nei mercati asiatici gli investitori guardano agli sviluppi sul processo della Brexit. […]

Leggi il seguito

Atlantia registra una fase molto negativa in Borsa

Atlantia registra una fase molto negativa in Borsa

A Piazza Affari Atlantia crolla al -9 per cento. Ma la pressione è altissima dopo gli sviluppi dell’inchiesta per i report falsificati e in attesa delle delibere di Autostrade ed Edizione. Il titolo della società infrastrutturale è stato oggetto di forti vendite. Atlantia, attraverso una nota sostiene che la società “si riserva di avviare ogni […]

Leggi il seguito

La borsa svizzera termina la settimana con una seduta in rialzo: i bancari UBS e Credit Suisse hanno allungato il passo

La borsa svizzera termina la settimana con una seduta in rialzo: i bancari UBS e Credit Suisse hanno allungato il passo

L’indice dei valori guida SMI ha chiuso a 10’073,82 punti, in progressione dello 0,91% rispetto a ieri e – per la prima volta da metà luglio – di nuovo sopra la soglia dei 10’000 punti. Il listino globale SPI ha guadagnato da parte sua lo 0,87% a 12’266,71 punti. Hanno trainato il listino i farmaceutici […]

Leggi il seguito

Borsa italiana: Mediaset +0,5% non teme il voto contrario di Vivendi al riassetto

Borsa italiana: Mediaset +0,5% non teme il voto contrario di Vivendi al riassetto

Piazza Affari migliore d’Europa dopo rassicurazioni di Trump sulla guerra commerciale e in attesa di novità domani sul fronte della crisi di governo. Piazza Affari centra il rimbalzo nonostante l’escalation negli ultimi giorni della guerra commerciale Usa-Cina, seguita però da dichiarazioni questa volta rassicuranti del presidente Trump, secondo cui Pechino è pronta a tornare al […]

Leggi il seguito

Borsa italiana chiude in rally, spread in picchiata: bene Ubi e Banco Bpm

Borsa italiana chiude in rally, spread in picchiata: bene Ubi e Banco Bpm

Piazza Affari termina in deciso rialzo, festeggiando la decisione della Ue di non procedere con la procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia La Borsa italiana chiude oggi in deciso rialzo, festeggiando la decisione della Ue di non procedere con la procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia. A Piazza Affari il Ftse Mib segna in chiusura +2,40% a […]

Leggi il seguito

Azioni Stm sotto pressione in Borsa dopo il warning lanciato dall’americana Broadcom

Azioni Stm sotto pressione in Borsa dopo il warning lanciato dall’americana Broadcom

Broadcom dopo il warning ha ceduto oltre l’8% negli scambi after hours a Wall Street. Le vendite colpiscono il comparto in Europa prendendo di mira titoli come STMicroelectronics ma anche Infineon che cede oltre il 5% a Francoforte. “Stiamo assistendo ad un generale rallentamento della domanda, che a nostro parere è causato dalle incertezze geopolitiche […]

Leggi il seguito

Azioni StMicroelectronics sotto pressione oggi in Borsa

Azioni StMicroelectronics sotto pressione oggi in Borsa

Secondo il quotidiano giapponese Nikkei, il produttore di chip tedesco Infineon ha deciso di sospendere le consegne a Huawei, la società cinese inserita la scorsa settimana sulla lista nera americana delle aziende che rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale. Secondo altre indiscrezioni, una mossa analoga sarebbe stata decisa da Intel, Broadcom, Qualcomm, Micron. Non […]

Leggi il seguito